QUELLA PORTA

La porta si spalanca,
non chiede permesso l’Amore
e tutto si fa luce.

La casa si anima
colori nuovi appena nati
pareti in movimento
e il calore della vita che arriva.

La porta si spalanca,
nessun preavviso,
e la casa si fa piena.
La casa si fa luce,
quella luce grande e immensa
che il mondo sorride, più bello,
quella luce grande e immensa
che il mondo si scolora e perde vita,
che i confronti non si fanno,
che i confronti non ci stanno.

Si alza il vento,
è il Tempo,
il Tempo che marcia e non concede
il Tempo che attende sull’uscio
e guarda e mette fretta,
il Tempo,
che lava i colori e li fa bianchi
che raffredda le stanze e le fa vuote
che chiude la porta e si fa buio.
E’ il Tempo,
che assorda senza far rumore
e che toglie il calore,
il calore della vita che se ne va.

E la casa lì,
in equilibrio
in punta di piedi,
che aspetta quella porta che,
di nuovo, senza fine apparente,
fa entrare la Vita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- La porta si spalanca,
Non chiede permesso l’Amore,
E tutto si fa luce.

La casa si anima
Colori nuovi appena nati
Pareti in movimento
E il calore della vita che arriva.

La porta si spalanca,
Nessun preavviso,
E la casa si fa piena.
La casa si fa luce,
Quella luce grande e immensa
Che il mondo sorride, più bello,
Quella luce grande e immensa
Che il mondo si scolora e perde vita,
Che i confronti non si fanno,
Che i confronti non ci stanno.

Si alza il vento,
È il Tempo,
Il Tempo che marcia e non concede
Il Tempo che attende sull’uscio
E guarda e mette fretta,
Il Tempo,
Che lava i colori e li fa bianchi
Che raffredda le stanze e le fa vuote
Che chiude la porta e si fa buio.
E’ il Tempo,
Che assorda senza far rumore
E che toglie il calore,
Il calore della vita che se ne va.

E la casa lì,
In equilibrio
In punta di piedi,
Che aspetta quella porta che,
Di nuovo, senza fine apparente,
Fa entrare la Vita.

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments

  1. chiara

    Questa poesia regala le emozioni di un arcobaleno!!