Qualcosa su di me…

Amo scrivere da sempre, perché scrivere è un altro modo per parlare, solo più silenzioso. I libri sono miei compagni inseparabili, in qualunque ambito… La vita è più bella così, perché si arricchisce giorno dopo giorno!

 

Svolgo da sempre lavori che hanno a che fare con “la gente”, quella che, a mio avviso, è maestra di vita, tra chiacchiere, sorrisi e ascolto. Ciò che bilancia questo quotidiano vivere è la gioia, assoluta, della carta stampata, in qualunque sprazzo di tempo possibile. Prediligo i classici dell’Ottocento e Novecento, ma anche la letteratura contemporanea mi regala grandi emozioni. Aggiungo poi la poesia, altro mio grande amore… Scrivo fin da quando ero piccola, su agende, diari, blocchi di carta, usando anche il cellulare quando non c’è altro sotto mano, pezzi di vita e pensieri che danno alla luce ispirazioni di vario tipo.

 

La cura delle parole” è nato con estrema naturalezza e con altrettanta semplicità ha trovato il suo corso. Al termine di quel primo romanzo, ho sentito il bisogno di iniziarne subito un altro, e così, per necessità, è arrivato anche “Com’è bella la nebbia quando cade“.