Category Archives: Racconti

“A CASA, DI NUOVO”
”C’è qualcosa di irrisolto, tra noi.” Lei lo guardò: sospeso tra i loro sguardi passò un attimo infinito e largo,come se ci fosse un ponte, e sopra, a camminarci, i loro pensieri, da una sponda all’altra. “Credo stia tutta qui, la risposta. Ci ho pensato in questi giorni, ed è l’unica cosa che sono riuscita a dirmi. Dev’essere così, le cose lasciate a metà finiscono col germogliare, all’ombra e con fatica, e poi arriva un giorno in cui vogliono la luce, di nuovo, più forti.” C’era molto marrone, intorno. Un’atmosfera calda che avvolgeva l’anima. Luci abbassate a riscaldare...
Read more
“SOLITUDINE”, IL NUOVO RACCONTO DI TANIA PIAZZA CHE SI ISPIRA ALL’OPERA FOTOGRAFICA DELL’ARTISTA IVANO MERCANZIN “VENEZIA, VISIONI E ILLUSIONI”
SOLITUDINE E' domenica, accidenti, non l'avevo calcolato quando ho deciso che avrei potuto prendermela con comodo, una volta tanto; la gente sembra riprodursi a ogni passo, e dannazione!, arriverò tardi, Oscar me ne dirà di tutti i colori. Non è una cattiva persona, anzi, solo che non tollera i ritardi e fino ad ora non gli ho mai dato modo di lamentarsi; oggi però è un giorno diverso, e quando mi sono steso a letto dopo aver mangiato gli avanzi di ieri sera, mi è venuta proprio voglia di fregarmene, senza l'assillo dell'orologio. Non ho messo...
Read more
“LA SIEPE”, IL NUOVO RACCONTO DI TANIA PIAZZA
La siepe Ora vi racconto com'è iniziata, perchè credo di non avervelo ancora detto. C'era sempre questa donnina, sapete, e io la vedevo arrivare ogni mattina dall'imbocco della strada. Ormai avevo imparato il suo orario e mi affacciavo solo per il gusto di poterle augurare buongiorno, col pensiero. Ricordo che mi mettevo vicino al cancello, con la mano sinistra appoggiata al ferro e la destra a tenere la tazza di caffè. Se solo si fosse presa la briga di osservarmi, almeno una volta, con una dose di attenzione anche superficiale, avrebbe certamente notato la precisione assoluta...
Read more